Vigilanza antincendio: quali controlli fare?

vigilanza antincendio

La Vigilanza antincendio è un servizio privato sancito dal D.Lgs 626/94 e dal D.M. 10.03.98 che offre prevenzione ed intervento in caso di incendio, nei luoghi di intrattenimento e di lavoro.

Gli uomini della Vigilanza antincendio, chiamati Guardia fuochi, sono presenti in Italia dal 1940 e si differenziano dai Vigili del Fuoco per il fatto di essere privati e di svolgere il loro compito solo nei casi in cui non sia, per legge, prevista la presenza dei Vigili del Fuoco.

I luoghi in cui opera la Vigilanza antincendio sono molteplici:

  • Teatri di posa per riprese cinematografiche e televisive con capienza superiore a 100 posti, quando sia prevista la presenza del pubblico

  • Teatri, cinema-teatri, teatri-tenda, circhi con capienza superiore a 500 posti; teatri all’aperto con capienza superiore a 2.000 posti

  • Sale pubbliche di audizione in cui si tengano conferenze, concerti e simili con capienza superiore a 1.000 posti

  • Luoghi o aree all’aperto, pubblici o aperti al pubblico, dove occasionalmente si presentino spettacoli o trattenimenti con afflusso di oltre 10.000 persone

  • Impianti per attività sportive all’aperto con capienza superiore a 10.000 posti (o per attività sportive al chiuso con capienza superiore a 4.000 posti) anche quando gli stessi vengano occasionalmente utilizzati per manifestazioni diverse da quelle sportive

Inoltre sono necessari i controlli in luoghi come musei, fieri, autodromi, centri commerciali, alberghi, parcheggi sotterranei e in occasione di determinati eventi come concerti, spettacoli, feste e manifestazioni.

Il compito della Vigilanza antincendio è prevalentemente di controllo:

  • dell’accessibilità delle uscite di emergenza

  • dei dispositivi antincendio passivi e attivi

  • delle vie di accesso per i Vigili del fuoco

  • delle luci di sicurezza

  • dei locali di pertinenza

  • del quadro elettrico

Securpol Italia opera da molti anni anche nel settore della Vigilanza antincendio, in tutto il territorio nazionale,24 ore su 24, formando e addestrando il proprio personale con adeguati corsi come il Corso antincendio rischio alto rilasciato dal Ministero degli Interni.

Tags: