Il ruolo del portiere: mansioni e competenze

Quello del portiere è un lavoro di responsabilità. Di quali mansioni si occupa?

Il portiere o chi svolge un servizio di portierato ha diverse competenze: dalla sorveglianza alla custodia, dalla manutenzione e piccole riparazioni alla distribuzione della corrispondenza.

Generalmente il servizio che svolte un portiere non necessita particolari competenze o autorizzazioni, ma è comunque considerato un mestiere di responsabilità perché da questo dipende la sicurezza e la buona convivenza.

Quando si parla di custodia si fa riferimento al compito del portiere di salvaguardare l’integrità statica ed estetica, ponendo attenzione soprattutto alla condotta degli inquilini e dei condomini.

Al portiere è quindi affidata la gestione e la sorveglianza dello stabile e del condominio, quindi in primo luogo la competenza che gli si richiede è la correttezza nel lavoro, la puntualità nell’eseguire mansioni che riguardano la manutenzione e riparazioni in situazioni di emergenza.

Una nota a parte è da dedicare alla consegna della posta: in merito alla posta ordinaria dei condomini e di pacchi, la consegna è compito del portiere; nel caso di raccomandate, invece, per accettarle deve essere in possesso delle autorizzazioni firmate da ogni condominio che intenda usufruire di questo servizio. 

Securpol Italia fra i tanti servizi offre anche il servizio di portierato in musei,negozi, cliniche, centri commerciali, università. Il servizio è finalizzato alla sorveglianza e protezione di immobili, dei beni e al controllo dell’accesso di estranei, migliorando la sicurezza dei luoghi.

Oltre alle funzioni standard di accoglienza e controllo dell’accesso di mezzi e persone, è possibile richiedere che gli addetti preposti provvedano anche alla ricezione della corrispondenza e al suo smistamento, al centralino telefonico e alla gestione dei parcheggi interni.

 

Tags: