Furto di identità sul web: come difendersi

Il furto d’identità tende a essere un vero e proprio fenomeno che oggi è assai diffuso online e che ha mietuto diverse vittime.
Scopriamo ora quali sono i dati che vengono trafugati con maggior frequenza e come difendersi in maniera completa.

I dati che vengono rubati con maggior frequenza online

I dati che vengono rubati con maggior frequenza sono tre, ovvero il nome e cognome dellpersona, il suo indirizzo e ovviamente il numero della carta utilizzato come metodo di pagamento.
Questi dati vengono rubati per diversi scopi: la carta di credito, generalmente, viene clonata e completamente svuotata mentre le informazioni personali sono rielaborate per mettere in atto truffe di diverso genere, come il pagamento di bollettini e altre tipologie di strategie che hanno il compito preciso di arrecare un danno alle persone che navigano costantemente online.
Ecco quindi che quando ci si ritrova in rete occorre necessariamente prestare la massima attenzione a tutti questi dettagli.

Quando vengono messe in atto tali truffe

Queste truffe vengono messe in atto da esperti di internet che riescono a creare delle copie precise di mail con richieste dei dati personali di chi naviga online oppure creano delle copie identiche di portali sui quali si effettua costantemente l’accesso.
Per esempio il sito della banca con la quale si ha un conto corrente aperto potrebbe essere facilmente replicato proprio per fare in modo che il titolare del medesimo inserisca i suoi dati personali, perdendoli e facendo in modo che il truffatore possa usufruire dei medesimi per i suoi scopi.

Ecco quindi che quando si naviga sul web occorre necessariamente prendere in considerazione il fatto che questo genere di aspetto possa essere presente e quindi che si vada incontro a delle potenziali problematiche che possono rendere la situazione negativa.

Come difendersi dal furto dei dati

Quando si naviga online su determinate piattaforme occorre necessariamente prendere in considerazione il fatto che bisogna sempre prendere in considerazione che il portale deve essere autentico e caratterizzaste dai codici di protocollo standard, evitando quindi che la situazione possa essere tutt’altro che ottimale.

Su questi siti, inoltre, deve essere presente anche un sistema di accesso multiplo, in quanto il vero titolare del conto o di quei dati deve essere sicuro che solo lui ha accesso a tale informazione.

Inoltre occorre necessariamente prendere in considerazione il fatto che questo tipo di procedura deve essere svolta con attenzione, in maniera tale che il successo possa essere in grado di essere toccato con mano.

Quindi è importante anche contattare la propria banca oppure il titolare di un sito web per avere la conferma che quella mai, sia stata inviata dallo stesso e non da un truffatore.
Inoltre è sempre bene evitare di salvare le password su determinati siti, specialmente quelli che hanno un alto rischio di essere in qualche modo violati.

Tags: