Furto di dati aziendali: come difendersi

Il furto di dati aziendali è un crimine sempre più frequente. Operazioni fraudolente di questo tipo sono spesso messe in atto da dipendenti per niente fedeli alla propria azienda. Lo scopo di questi furti è quello di rivendere informazioni private a società concorrenti dietro lauto compenso. Possiamo dunque parlare di doppiogiochismo. Esistono poi, casi in cui i dati aziendali vengono sottratti da professionisti del crimine informatico, che riescono con facilità a scardinare i sistemi di sicurezza informatizzati delle aziende.

Come ci si può difendere in questi casi?

Se si dubita di un proprio dipendente, è bene evitare di agire in maniera autonoma. Questo perché non si hanno mezzi a sufficienza in grado di far fronte a questo tipo di situazioni. Esistono però da svariati anni società operanti su tutto il territorio, in grado di garantire protezione da eventuali rischi legati a furti, aggressioni e rapine. Queste organizzazioni si affidano a professionisti operanti da sempre nel settore della sicurezza. Negli ultimi anni queste società hanno ampliato i loro servizi. Si sono aggiunti a queste aziende dei veri e propri investigatori. Tramite l’ausilio di indagini accurate e valevoli in sede giudiziaria, condotte da professionisti del settore investigativo, si potrà risalire anche ai responsabili di furti in sede aziendale. Se si hanno dunque dei sospetti su un lavoratore, è sempre bene affidarsi a persone del mestiere. Fare di testa propria potrebbe portare ad azioni di tipo legale da parte della persona accusata, che andrebbe a subire un notevole danno d’immagine in caso di innocenza. Questo porterebbe il datore di lavoro a doversi difendere nelle sedi opportune da eventuali querele.

Come facciamo però a capire quale istituto è maggiormente competente in materia di sicurezza?

La risposta pare abbastanza scontata. Ci si deve sempre affidare a società in cui operano professionisti qualificati, in grado di utilizzare metodi investigativi all’avanguardia. La tecnologia gioca ai giorni nostri un ruolo sempre più importante anche all’interno di queste aziende operanti nel settore vigilanza. Ma come funzionano nello specifico indagini di questo tipo? Onde evitare fughe di dati aziendali, è sempre bene ricorrere a sistemi di sicurezza impenetrabili per i malintenzionati, ma quando ciò non basta entrano in gioco gli investigatori privati.

In giro ne esistono di preparati e competenti, come quelli che si possono trovare qui: https://www.securpolitalia.it/. Agenzia preparata. Realtà consolidata nel settore vigilanza. Si avvale della collaborazione di un team di esperti. Tra questi vi sono pure gli investigatori, specializzati anche in materia informatica. Questi ultimi sono in grado attraverso l’uso di tecnologie avanzate di tenere sotto controllo il sospettato da parte dell’azienda, ritenuto responsabile dalla stessa del furto dei dati. Tutto ciò senza ledere in alcun modo alla riservatezza del dipendente. Delle violazioni in termini di privacy, rischierebbero infatti di danneggiare l’immagine e la reputazione del sospetto. Tutto ciò porterebbe ad azioni legali a carico dell’azienda.

Per questo ripetiamo che è fondamentale rivolgersi a professionisti del settore investigativo, che tramite procedure opportune e soprattutto legali, possono aiutare l’azienda a risalire al responsabile dei furti. Rimandiamo i lettori al sito internet sopraccitato, in caso volessero avere maggiori informazioni e farsi un’idea chiara dei servizi proposti dall’istituto di vigilanza a cui si fa riferimento nella pagina.

Tags: