Come proteggere la casa prima di andare in vacanza

Come proteggere la casa prima di andare in vacanza

Prima di andare in vacanza e lasciarla incustodita qualche giorno, il dubbio resta sempre lo stesso: come difendersi dai furti? Oltre a piccoli accorgimenti da mettere in atto proprio poco prima di partire, è necessario anche assicurarsi che la casa sia in generale “a prova di furto”.

Chiudere bene le porta, controllare finestre e serrature, fare un duplicato delle chiavi da affidare ad un amico o parente, non basta. È importante individuare i punti deboli dell’abitazione e valutare quale provvedimento prendere.

Innanzitutto, partire dalle basi: la casa ha infissi abbastanza resistenti? Porte blindate? Finestre di sicurezza? Ogni espediente può essere utile e fondamentale come deterrente per il malvivente a partire dai piccoli segnali quotidiani.

Non pubblicizzare troppo la propria assenza è, per esempio, un buon consiglio: nessun indizio sui social con notizie pubbliche sulla casa incustodita; evitare di dare nell’occhio nel momento in cui si caricano i bagagli in macchina; e chiedere a qualcuno (un vicino, un parente, un amico) di raccogliere la posta per noi se dovessimo mancare per molto tempo.

Ma spesso queste misure di prevenzione non bastano, per questo è importante anche ricorrere ad impianti di sicurezza di ultima generazione che possano individuare un intruso in casa e inviare un segnale ai proprietari e alle forze dell’ordine.

Installare un sistema di allarme in casa rappresenta una sicurezza in più, un modo per stare più sereni durante assenze brevi o prolungate da casa. E soprattutto affidarsi ad un professionista significa scegliere l’impianto adatto alla propria abitazione.

Tags: